Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Battaglia al Parlamento europeo sugli imballaggi: presentati 500 emendamenti

Atteso all'Eurocamera il voto cruciale sulla nuova normativa

Redazione ANSA

BRUXELLES - È pioggia di emendamenti sul regolamento per ridurre i rifiuti da imballaggi, che vedrà la plenaria dell'Europarlamento esprimere la sua posizione definitiva la settimana prossima a Strasburgo. mercoledì 22 novembre "Sono oltre le 500 richieste di modifica" del testo approvato dalla commissione ambiente dell'Eurocamera il 24 ottobre scorso, ha detto parlando ai giornalisti il presidente della stessa commissione, Pascal Canfin.

I deputati italiani cercano di ottenere l'esenzione dai target di riuso per i Paesi particolarmente virtuosi sul riciclo e l'abolizione dei divieti per diversi tipi di confezioni monouso. Ma nei giorni scorsi è spuntata anche l'eccezione francese.

Gli eurodeputati transalpini di Renew, tra cui lo stesso Canfin e l'ex presidente dei giovani agricoltori europei Jeremy Decerle, hanno presentato emendamenti per far sì che le scatole di legno per gli alimenti, ampiamente utilizzate in Francia per prodotti che vanno dal Camembert alle ostriche, siano esentate dagli obiettivi di riciclo. Anche i target di contenuto riciclato nella plastica sono motivo di divisione poichè ritenuti troppo alti per molti eurodeputati.

Secondo gli ultimi dati Eurostat, il tasso di circolarità dei materiali Ue, cioè la quota di risorse provenienti da materiali di scarto che vengono riutilizzate in nuovi prodotti, ristagna all'11,5%, un livello di appena otto decimi di punto superiore a quello del 2010.

Intanto l'esame del testo del regolamento accelera in Consiglio Ue, con la presidenza spagnola determinata a raggiungere una posizione comune tra gli Stati nella riunione dei ministri dell'Ambiente del 18 dicembre. Gli esperti nazionali hanno iniziato oggi la discussione su un nuovo testo di compromesso e le singole delegazioni hanno pochi giorni per inviare i loro commenti scritti. Una volta che l'Europarlamento avrà approvato la sua posizione e che il Consiglio avrà fatto la stessa cosa potranno iniziare i negoziati tra le istituzioni Ue per arrivare a un accordo su un testo condiviso e quindi al varo definitivo della nuova normativa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie