Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il ridotto del Teatro comunale di Ferrara intitolato a Foà

Il ridotto del Teatro comunale di Ferrara intitolato a Foà

La moglie e le figlie: 'Qui si sentiva a casa'

BOLOGNA, 15 febbraio 2024, 19:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

È stata intitolata ad Arnoldo Foà, attore, regista, doppiatore, cantante e scrittore, la sala del Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara. Nato a Ferrara il 24 gennaio del 1916, la sua città natia lo omaggia - a dieci anni dalla scomparsa - con un'iniziativa aperta alla collettività.
    "Questa intitolazione ha un valore di condivisione civico per la collettività - dice l'assessore alla Cultura Marco Gulinelli, portando anche i saluti del sindaco Alan Fabbri -. La voce di Arnoldo Foà è una sorta di filo conduttore della nostra storia, che ci ha insegnato a non abbassare mai la guardia e a difendere sempre i diritti umani. Insieme ad Arnoldo Foà, grande personaggio della cultura italiana del Novecento, celebriamo anche la nostra città e, con questo omaggio, rafforziamo il legame tra la comunità e il suo territorio, valorizzando la nostra identità".
    "Sono felicissimo di questo momento. Oltre a esser un grande artista, Arnoldo era un mio amico personale. Artista originalissimo, dalla voce leggendaria, era anche una personalità unica, formidabile. Era un artista nel recitare, non c'era nessuno che gli somigliasse. Dedicargli il Ridotto del Teatro è una cosa bella, per lui e per la città", aggiunge Moni Ovadia, direttore generale del Comunale.
    "Non c'è niente di più grande che essere ferraresi", dice Vittorio Sgarbi, presidente della Fondazione Ferrara Arte, che con Foà, ricorda, aveva un rapporto fraterno, amicale.
    "A Ferrara si sentiva a casa. Avrebbe vissuto questo omaggio non solo come un pensiero ad Arnoldo Foà, ma all'Arnoldo Foà a Ferrara, al suo rapporto con questa città, cui era profondamente legato - dice Anna Procaccini Foà, moglie dell'attore, insieme alle figlie Orsetta e Rossellina -. Leggeva Ludovico Ariosto, che amava tantissimo, e l'ultima volta che è stato qui era per lo spettacolo Novecento di Baricco. Per lui Ferrara era la famiglia, gli ricordava lui stesso da bambino. E a me ogni strada, ogni negozio in questa città ricordano lui".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza