Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ai Musei Capitolini per Fidia un rilievo in marmo da Modena

Ai Musei Capitolini per Fidia un rilievo in marmo da Modena

Il Museo civico partecipa a mostra che inaugura domani

MODENA, 23 novembre 2023, 12:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Museo civico di Modena partecipa alla mostra Fidia che inaugura domani, venerdì, ai Musei Capitolini di Roma con il prestito della lastra di marmo "dei Niobidi", così chiamata per l'episodio mitologico scolpito in rilievo, su modello di un originale realizzato proprio dal più celebre scultore greco dell'età classica, il cui nome è legato a opere come il Partenone di Atene. Il reperto modenese, solitamente esposto nella grande sala dell'archeologia del Museo Civico e attualmente sostituito da una copia, è stato rinvenuto nel 1971 in occasione di alcuni lavori in città. L'opera rappresenta una delle testimonianze più preziose dell'antica Mutina, la città romana che ancora oggi "dorme" proprio sotto le strade del centro storico di Modena. È probabile che la lastra di marmo bianco, databile al primo secolo d.C., in origine decorasse un monumento funerario nella necropoli che si estendeva lungo la Via Aemilia, a oriente della città. Il contesto in cui è stata ritrovata, in una necropoli più tarda, del IV-VI secolo d.C., induce a pensare che sia stata recuperata dal monumento originario e reimpiegata nuovamente. Un indizio potrebbe essere proprio l'iconografia "funebre" del rilievo, derivante dalla mitologia greca: Apollo e Artemide che trafiggono con frecce i quattordici figli di Niobe, vendicando così la madre Latona dell'offesa ricevuta dalla donna, vantatasi della sua prodigiosa fertilità. Fidia, visitabile fino al 5 maggio, è la prima mostra romana dedicata allo scultore greco.
    L'allestimento è curato dalla Sovrintendenza Capitolina nelle sale espositive di Villa Caffarelli, ai Musei Capitolini, e prevede la presenza di oltre cento opere provenienti dai più importanti musei del mondo.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza