Patrick Zaky assente dall'aula, attesa per esito udienza

Amnesty: 'Altre ore d'angoscia, non merita persecuzione'

L'esito dell'udienza odierna al Cairo sul caso di Patrick George Zaky si saprà "stasera o domani mattina". Lo ha scritto all'ANSA una sua legale, Hoda Nasrallah. Zaky non era presente in aula. Lo studente di 29 anni dell'Università di Bologna è in carcere nel suo Paese d'origine, l'Egitto, da inizio febbraio, accusato tra l'altro di propaganda sovversiva.

"Adesso iniziano altre ore di attesa e di angoscia per Patrick. L'udienza è terminata, Patrick non è stato fatto uscire dalla prigione di Tora e speriamo che ci sia una decisione favorevole che possa consentirgli di uscire e di tornare a riprendere i suoi studi". Così all'ANSA Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia.

"Ci auguriamo che le autorità giudiziarie egiziane riconoscano di aver fatto un errore accusandolo di reati inesistenti - aggiunge Noury - e che prendano la decisione più giusta e migliore che è quella di non prolungare questa persecuzione. Farlo vorrebbe dire arrivare intorno alla metà di novembre per una nuova udienza ed è qualcosa che Patrick non merita assolutamente".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie