Siccità, il Po verso uno 'stato di sofferenza'

Autorità fiume, nessuna emergenza ma portata sotto la media

Nessuna immediata emergenza siccità nel bacino del fiume Po, ma nelle prossime due settimane non sono previste precipitazioni significative e questo potrebbe portare a uno "stato di sofferenza". È quanto emerge dall'ultimo bollettino dell'Osservatorio permanente dell'Autorità distrettuale del fiume Po - ministero dell'Ambiente in collaborazione con le regioni del Distretto (Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Liguria, Valle d'Aosta, Marche, Provincia Autonoma di Trento) e le agenzie Arpa. Il nuovo punto ci sarà il 7 maggio.

La situazione generale sul distretto, spiega l'Autorità, si mantiene stazionaria con i valori di portata al di sotto delle medie di riferimento e in lento e costante esaurimento ma comunque superiori ai valori minimi storici. A Pontelagoscuro, sezione di chiusura del bacino, la portata attuale è di 920 mc al secondo, con una riduzione di circa 17-20% rispetto la media di periodo, confermando lo stato di "sofferenza". Temperature ovunque sopra le medie stagionali (+3-5 gradi).

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie