Turismo: Aeroviaggi vola dopo lockdown, oltre 3.000 presenze

Aperti primi due villaggi in Sicilia con formula Vacanze sicure

Redazione ANSA

Avvio molto positivo per la stagione estiva 2020 di Aeroviaggi - primo tour operator per posti letto in Sicilia e Sardegna, tra le prime dieci catene alberghiere in Italia - che dal 29 maggio ha aperto le sue prime due strutture in Sicilia: Pollina Resort nei pressi di Cefalù e Torre del Barone a Sciacca. Nei primi giorni di apertura, il Gruppo ha rilevato un boom con oltre 3.000 presenze turistiche nei due villaggi che vedono all'attivo 200 assunti circa tra personale di sala, cucina, bar, ricevimento e animatori. Un risultato di rilievo per Aeroviaggi che registra in questi giorni un fatturato di circa 250mila euro. Le strutture sono state organizzate nello spirito di "Vacanze Sicure" adottando tutte le opportune misure di prevenzione e sicurezza in contrasto a Covid-19 e rispondendo al contempo all'esigenza di relax e divertimento dei villeggianti. "Siamo orgogliosi dei primi risultati raggiunti con l'avvio della stagione" - dichiara Marcello Mangia, Presidente di Aeroviaggi. - "Abbiamo rilevato un trend di prenotazioni molto significativo per le prossime settimane che ci fa ben sperare e dà valore a tutto il lavoro svolto. Siamo stati tra i primi a riaprire le strutture in Italia. Lo abbiamo fatto perché ci crediamo e siamo certi del valore che interpreta il turismo italiano nel nostro Paese così come all'estero" In programma nel corso del mese di giugno l'apertura delle altre strutture del Gruppo presenti in Sicilia e in Sardegna. Per essere ancora più vicini ai clienti, Aeroviaggi ha prolungato, inoltre, fino al 15 giugno una promozione speciale a prezzo scontato, nella formula weekend, valida per soggiorni durante i mesi di giugno e luglio. A (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie