MoLI, il museo della letteratura di Dublino

Nasce uno spazio consacrato ai libri ispirato a Joyce

Ida Bini DUBLINO

DUBLINO - In una delle dimore storiche più belle di Dublino, accanto al parco St. Stephen's Green, è nato un museo della letteratura che è un impegno e un atto d'amore verso il mondo dei libri, in particolare per quelli dello scrittore irlandese James Joyce: è il MoLI, acronimo di Museum of Literature Ireland. Il museo, nato dalla collaborazione tra l'University College e la National Library of Ireland di Dublino, racconta la letteratura irlandese e l'influenza che ha avuto nella cultura mondiale come fonte d'ispirazione per generazioni di scrittori e di artisti. Il museo ospita mostre immersive e interattive che raccontano la storia della cultura d'Irlanda a partire dalla tradizione dei cantastorie fino agli scrittori contemporanei più famosi. Punto di riferimento è il dublinese James Joyce, autore del capolavoro "Ulisse": lo stesso nome del museo - MoLI - ricorda, infatti, quello del suo personaggio femminile più conosciuto, Molly Bloom. Il museo conserva numerosi tesori letterari del grande scrittore, appartenenti alle collezioni della National Library, tra cui la primissima e preziosa copia dell'Ulisse, i quaderni di appunti trascritti a mano e le lettere indirizzate al grande poeta e amico William Butler Yeats.

Tra le tante iniziative intraprese dal museo ci sono eventi letterari e corsi di scrittura, letture pubbliche, performance, dibattiti, forum e un interessante programma gratuito rivolto a tutte le scuole del Paese con una biblioteca di ricerca su Joyce, accessibile a studenti, esperti e al pubblico. Il MoLI offre anche esibizioni temporanee: quest'estate è in programma una mostra sul drammaturgo e scrittore Brendan Behan e, nell'estate del 2021, un'altra su Peig Sayers; si tratta di una cantastorie irlandese di racconti popolari che trascorse gran parte dei suoi 85 anni di vita a Dunquin, nella penisola di Dingle. Lavorò sempre come donna di servizio, ma offrì un grande contributo al patrimonio letterario nazionale per il legame con la lingua gaelica.

Durante tutto l'anno nel museo si tengono concerti, conferenze e seminari mentre uno studio radiofonico digitale ospita interviste, letture, dibattiti ed eventi con scrittori, poeti, artisti, performer, educatori e accademici di tutto il mondo. La stazione radiofonica interna trasmette 24 ore al giorno in tutto il mondo sul canale moli.ie/radio.

Interessante è anche l'edificio che ospita il museo, da conoscere con tour guidati: la Newman House, sito storico dove si incontrarono numerosi artisti irlandesi e dove visse il poeta Scott Tallon Walker, è stato sottoposto a un attento restauro e oggi ospita anche opere d'arte contemporanee, una libreria e una caffetteria circondata da tranquilli giardini nascosti. Per maggiori informazioni: moli.ie 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie