Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Porchetto di Sardegna verso Igp, nasce comitato promotore

Porchetto di Sardegna verso Igp, nasce comitato promotore

L'iter avviato dalla Coldiretti a Macomer

MACOMER, 13 luglio 2023, 11:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nasce il comitato promotore per il riconoscimento del marchio di tutela Igp del porchetto di Sardegna. Un obiettivo che punta a valorizzare e proteggere le peculiarità di questo prodotto tipico con il bollino giallo-blu di indicazione geografica.
    Un percorso avviato da Coldiretti Sardegna che ha unito la filiera "per affinare il disciplinare e gettare basi solide per dare una tutela maggiore al maialetto sardo - sottolinea Battista Cualbu, presidente Coldiretti Sardegna - ed evitare che quelli allevati fuori dall'isola siano scambiati per sardi".
    Sono tre ad oggi i prodotti sardi Igp: agnello sardo, culurgionis d'Ogliastra e recentemente anche le sebadas di Sardegna hanno ottenuto il bollino.
    Il comitato si è costituito a Macomer, presidente è Giorgio Demurtas, vice Chiara Francesca Manca, primo obiettivo la creazione del consorzio. "C'è grande soddisfazione per gli allevatori che, adesso, confidano che la politica in tempi stretti dia l'ok ufficiale per istituirlo", aggiunge Cualbu. Il disciplinare prevede che il porchetto Igp dovrà essere nato e allevato in Sardegna. Tre le fasce di peso: da latte, tra i 5 e 10 chili, leggero 10/15 kg e il porchettone da 15 e 25 Kg.
    "Questo progetto nasce per proteggere e sostenere la suinicoltura isolana e la filiera degli allevatori e macellatori che intendono valorizzare l'intero comparto e non una razza in particolare - spiega Demurtas, anche presidente di Coldiretti Cagliari - l'idea era nata diversi anni fa proprio per rafforzare un settore che sta uscendo da anni di blocco a causa dell'embargo dovuto alla peste suina africana proteggere il porchetto vuol dire tutelare una grande fetta dell'economia degli allevatori, ma soprattutto si permetterà una migliore distintività del prodotto per essere sicuri che il maialetto sia riconoscibile nello scaffale. Una garanzia per noi allevatori, ma anche per i macellatori e, non ultimi, i consumatori che sapranno cosa consumare e quale scegliere consapevolmente".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza