Festival Giornalismo Alimentare, cibo e Covid protagonisti

Tanti i temi della due giorni al Circolo dei Lettori di Torino

Redazione ANSA TORINO
(ANSA) - TORINO, 27 SET - "Durante la pandemia il cibo è entrato in modo dirompente nella vita delle persone, dai supermercati presi d'assalto come in tempo di guerra, al passatempo in casa spesso come drammatico sfogo. Ma si è sentita anche la sua mancanza, basta considerare che solo a Torino oltre 20.000 persone hanno mangiato grazie alla solidarietà". La sindaca Chiara Appendino ha inaugurato così la 6/a edizione del Festival del giornalismo alimentare, in programma oggi e domani al Circolo dei Lettori di Torino.

Il festival è stato l'ultimo evento in presenza prima del lockdown del febbraio 2020, con oltre 1.250 persone. Quest'anno, per la prima volta, può essere seguito in streaming e in presenza, ma con un numero limitato di posti andati subito esauriti. Il programma della due giorni prevede 168 relatori e 35 panel intorno al tema "Il mondo del cibo che guarda alla ripartenza". "Questo festival, unico nel suo genere, è una importante opportunità per ribadire l'importanza di non confondere comunicazione con informazione-propaganda", ha detto il presidente dell'Ordine dei Giornalisti del Piemonte, Alberto Senigallia. Tra gli argomenti anche lo stress da lavoro in cucina, l'aspetto psicologico dell'acquisto di cibo, il riso, le fake news alimentari e l'acqua pubblica. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie