Nel guaranà una delle risposte alla cura del diabete

Test dimostrano che inibisce gli enzimi del controllo glicemico

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Dal guaranà potrebbe arrivare in futuro una risposta contro il diabete di tipo 2. Uno studio condotto dall'Università di San Paolo del Brasile ha infatti osservato, in laboratorio, come le catechine (le sostanze bioattive che si trovano proprio nella pianta), potrebbero agire nel controllo glicemico del diabete 2, inibendo le attività degli enzimi alfa-glucosidasi e alfa-amilasi, entrambi responsabili del controllo glicemico.

«Con l'estratto di guaranà, ricco di catechine, l'attività enzimatica è risultata minore", commenta Cintia Pereira da Silva, ricercatrice che ha condotto l'analisi. Nella ricerca realizzata su test in vitro, spiega ancora Pereira da Silva, è stato notato che il «guaranà riduceva e inibiva l'attività di questi enzimi per circa il 70%».

«L'inattivazione di questi enzimi - prosegue la ricercatrice - può essere una strategia per mantenere il controllo glicemico e quindi evitare complicazioni del diabete». Il guaranà, pianta nativa della Foresta Amazzonica, è nota per le sue proprietà toniche e stimolanti. Lo studio brasiliano è stato pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Food Bioactives. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie