Coronavirus: il lockdown ha peggiorato l'obesità nei bambini

Studio,un pasto e 5 ore davanti ad uno schermo in più al giorno

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 4 GIU - Il lockdown ha peggiorato lo stato di salute dei bambini, influenzando negativamente dieta, sonno e attività fisica in chi già aveva problemi di obesità. Lo dimostra una ricerca dell'università di Buffalo, pubblicata sulla rivista Obesity e condotta in collaborazione con Angelo Pietrobelli, dell'università di Verona, su 41 bambini sovrappeso durante la quarantena nella città veneta tra marzo e aprile.

Rispetto all'anno precedente infatti hanno consumato un pasto in più e dormito mezz'ora in più al giorno, aggiunto 5 ore passate davanti ad uno schermo (di tv, cellulari o computer), e 'lievitato' il consumo di carne rossa, bibite zuccherate e cibo spazzatura. L'attività fisica invece è calata di oltre due ore a settimana. "Gli effetti della pandemia da Covid-19 vanno oltre l'infezione virale - commenta Myles Faith, coautore dello studio - Bambini e adolescenti con problemi di obesità si sono trovati in isolamento, sfavorevole al mantenimento di stili di vita sani".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie