Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Threads pensa al 'fediverso', interoperabilità con altri social

Threads pensa al 'fediverso', interoperabilità con altri social

Piani svelati da Mosseri, a capo di Instagram, "entro un anno"

ROMA, 18 dicembre 2023, 10:14

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Una integrazione con altre piattaforme per arrivare al cosiddetto 'fediverso'. Questo entro un anno il piano di Threads, l'app di Meta lanciata il 14 dicembre anche in Europa e in Italia che ha subito conquistato vip e politici. Ad esplicitarlo in una serie di post Adam Mosseri, a capo di Instagram, l'applicazione a cui Threads è legata. Al momento, è possibile seguire alcuni account Threads (incluso quello di Mosseri) da altre piattaforme, una sorta di test di interoperabilità che Meta vuole estendere.

Come riporta il sito The Verge, Mosseri afferma che il team di Threads vuole fare in modo che l'opzione di seguire un account Threads su altre piattaforme sia disponibile per "tutti gli account pubblici su Threads, non solo per una manciata di tester". Al momento, afferma che il team prevede di richiedere che gli account siano pubblici e che gli utenti "acconsentano esplicitamente" a mostrare i propri post su altri server federati col protocollo ActivtyPub, come ad esempio il social Mastodon. E che le risposte provenienti da altre piattaforme vengano visualizzate all'interno di Threads.

"C'è molto da capire per quanto riguarda la privacy e l'integrità, ma stiamo lavorando attivamente per risolvere questi problemi", spiega Mosseri che pensa anche alla portabilità dei follower. "Alla fine, dovrebbe anche essere possibile consentire ai creatori di contenuti di lasciare i thread e portare con sé i propri follower su un'altra app/server - scrive - Credo che sia importante che i creatori di contenuti siano padroni del loro rapporto con il loro pubblico".

Mosseri afferma che gli aggiornamenti verranno implementati "per fasi" e riconosce che la tempistica è lunga. "È molto più lunga ma è la realtà, abbiamo bisogno di trovare un equilibrio", afferma il manager di Meta.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza