Lanciata Lucy, la prima sonda diretta agli asteroidi di Giove

Missione della Nasa in cerca di indizi sulle origini del Sistema solare

Redazione ANSA

Lanciata da Cape Canaveral Lucy, la missione della Nasa da 981 milioni di dollari diretta a esplorare una famiglia di asteroidi quasi del tutto sconosciuta, che potrà dire molto sulle origini del Sistema solare.

Dopo il lancio, con un razzo Atlas-5, Lucy dovrà intraprendere un viaggio nello spazio lungo 12 anni, che la porterà a fare visita a un asteroide della fascia principale, tra Marte e Giove, e poi a sette misteriosi asteroidi 'troiani' che orbitano vicino a Giove: un vero e proprio record per una singola sonda spaziale

La missione prende il suo nome dal fossile della più celebre antenata dell'uomo, Lucy, il cui scheletro ha fornito preziose informazioni sull'evoluzione della nostra specie. Allo stesso modo, la sonda della Nasa proverà a rivoluzionare la nostra conoscenza sulla formazione dei pianeti del Sistema solare visitando per prima i cosiddetti asteroidi troiani: sono 'sassi cosmici' che condividono l'orbita con Giove e stanno riuniti in due gruppi principali in corrispondenza di due punti di equilibrio (detti 'lagrangiani') dove la forza di gravità di Giove e quella del Sole si controbilanciano annullandosi reciprocamente.

Finora sono stato identificati più di 7.000 asteroidi troiani, tutti molto diversi fra loro: alcuni sono più rossicci, altri più grigi, probabilmente per la loro diversa composizione chimica. Lucy cercherà di analizzarla con i suoi strumenti di bordo e proverà anche a catturare immagini della loro superficie: un'impresa non facile, considerando che sorvolerà gli asteroidi a una velocità di 5-9 chilometri al secondo. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA