Sanità: da Regione app in 12 lingue per screening oncologici

Marche, brochure e spot video per facilitare residenti stranieri

Redazione ANSA ANCONA

(ANSA) - ANCONA, 15 OTT - Una app e altro materiale informativo in 12 lingue, con l'aggiunta di uno spot video, per convincere anche la popolazione straniera residente nelle Marche a sottoporsi a screening per il cancro alla cervice uterina, alla mammella e al colon retto. E' il progetto "Il servizio si prende cura di te", unico in Italia, presentato ad Ancona dal presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e dalla dirigente del Servizio Salute Lucia Di Furia. Realizzato con Emilia Romagna, Campania e Liguria, ha come capofila le Marche "e si muove - ha detto Ceriscioli - sui capisaldi della prevenzione oncologica, allargando la popolazione sottoposta a screening, di una migliore organizzazione del sistema sanitario e di risparmio: una cosa è intervenire quando la malattia è agli inizi altra cosa è farlo quando è a uno stadio avanzato. La cosa più importante è far capire anche alla popolazione immigrata, più vulnerabile, il concetto di volersi bene, sapendo di trovare nella sanità pubblica l'opportunità di farlo gratuitamente".
    Le informazioni raccolte nell'app, nelle brochure, o nelle locandine sono in italiano, albanese, romeno, arabo, spagnolo, cinese, inglese, francese, ucraino, hindi, urdu, bengalese e sono scritte in maniera semplice. L'applicazione è scaricabile sia su dispositivi Android (la voce è Il servizio sanitario si prende cura di te) che su iOS (Ssrxte-Screening), è molto intuitiva e, oltre a indirizzi e contatti telefonici sui servizi a cui rivolgersi e sulla loro natura, offre anche una mappa interattiva da seguire per raggiungerli.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA