Unicef, 110mila casi morbillo in primi mesi 2019, +300%

Italia 5/a per bimbi non vaccinati per morbillo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA)  - Nei primi tre mesi del 2019, sono stati riportati più di 110mila casi di morbillo nel mondo, il 300% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Lo riferisce l'Unicef fornendo nuovi dati in occasione della Settimana mondiale delle Vaccinazioni. Nel 2017 circa 110mila persone sono morte, per lo più bambini, a causa della malattia, con un aumento del 22% rispetto al 2016. In media, aggiunge l'agenzia Onu per l'infanzia, tra il 2010 e il 2017, oltre 21 milioni di bambini all'anno non hanno ricevuto la prima dose del vaccino.
   
Gli Stati Uniti, rende noto l'Unicef in occasione della Settimana mondiale delle Vaccinazioni, sono in cima alla classifica dei Paesi ad alto reddito con il maggior numero di bambini che non hanno ricevuto la prima dose di vaccino contro il morbillo tra il 2010 e il 2017, più di 2,5 milioni di bambini. Seguiti da Francia e Regno Unito con rispettivamente oltre 600.000 e 500.000 bambini non vaccinati nello stesso periodo.

L'Italia è al quinto posto con 435.000 bambini non vaccinati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA