Facebook, da community il ricettario del cibo essiccato

Non è solo pratica di nicchia ad esempio dei crudisti

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - Un viaggio nella creatività nel mondo dell'essiccazione alimentare attraverso 75 ricette, tra aspetti tecnico-scientifici, consigli e curiosità. E' 'Gente che essicca', libro nato dall'esperienza condivisa dell'omonima community su Facebook che in poco più di un anno e mezzo dalla nascita ha raccolto quasi 8.000 appassionati del settore.
    Il volume, edito da Gce e disponibile da questo mese online, raccoglie le ricette più originali e gustose nate dalla sperimentazione e dallo scambio di idee tra gli utenti, selezionate dal team di Tauro, realtà veneta che produce essiccatori domestici da oltre trent'anni, e dallo chef specializzato Paolo Dalicandro, alle cui lavorazioni è dedicata una sezione del libro. "'Gente che essicca' nasce come primo ricettario partecipato 'dal basso' con lo scopo di diffondere un semplice messaggio: contrariamente a quanto sedimentato nell'immaginario collettivo, l'essiccazione non è solamente una pratica di nicchia, ad esempio quella dei crudisti.
    "Può abbracciare la cucina di tutti, in tutti i suoi momenti, dalla colazione alla cena, dagli antipasti ai dolci, dalle guarnizioni alla lavorazione della materia prima, dai drink agli snack, anche per animali domestici", spiega Livio Zanon Santon, amministratore di Tauro Essiccatori. Quella dell'essiccazione naturale degli alimenti è una tradizione millenaria nata per conservare eccedenze e sovrapproduzioni di cibo. Fino all'avvento di frigoriferi e freezer, veniva svolta in zone della casa ben ventilate, calde e secche, al riparo dalla luce solare.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA