Polestar 3, confermato debutto del suv elettrico in ottobre

Modello prestazionale, sarà prodotto sia in Cina che negli Usa

Redazione ANSA Roma

Polestar, l'azienda svedese di veicoli elettrici, ha confermato che la prima mondiale del suo nuovo suv elettrico ad alte prestazioni Polestar 3, avrà luogo nell'ottobre 2022.
    Primo suv prodotto dall'azienda - nata come reparto corse della Volvo nel 1996 e poi diventa una divisione nel 2015 e un brand indipendente nel 2017 - il nuovo suv Polestar 3 coinciderà con l'ingresso della marca in uno dei segmenti a più alto margine e crescita dell'industria automobilistica, soprattutto negli Stati Uniti.
    Polestar 3, si legge nella nota, offrirà una guida autonoma di livello elevato utilizzando un sensore Lidar avanzato di Luminar e una Cpu Nvidia. Al momento del lancio Polestar 3 sarà proposta con un doppio gruppo propulsore elettrico e potrà contare su una batteria di grande capacità con un'autonomia di 600 km (WLTP).
    I clienti potranno prenotare la loro Polestar 3 dal giorno della presentazione e la produzione dovrebbe iniziare nei primi giorni del 2023 negli Stati Uniti e in Cina.
    "Polestar 3 è il suv dell'era elettrica - ha affermato Thomas Ingenlath, Ceo di Polestar - Il suo design distintivo fa un passo avanti con questo potente veicolo elettrico di lusso che trasmette la forte personalità del marchio. Con questo modello diamo dunque al suv un tocco sportivo che risponde alla nostra tradizione di alte prestazioni".
    Ingenlath ha aggiunto: "Questa è una importante pietra miliare per la nostra azienda, e guiderà la nostra traiettoria di crescita in avanti portandoci in una nuova fase". Polestar prevede di introdurre un nuovo veicolo all'anno per i prossimi tre anni, partendo dal suv ad alte prestazioni Polestar 3, e punta ad essere presente in almeno 30 mercati globali entro la fine del 2023.
    Questa strategia risponde all'obiettivo di Polestar di moltiplicare le sue vendite globali per 10, passando da circa 29.000 nel 2021 a circa 290.000 a fine 2025. Polestar dovrebbe essere quotata al Nasdaq a seguito di un accordo di fusione con Gores Guggenheim, Inc che dovrebbe chiudersi nella prima metà del 2022. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie