GM potrebbe sfidare Ferrari con Cadillac a motore centrale

Torna l'idea di una supercar derivata però dalla Corvette C8

Redazione ANSA ROMA

C'è una cosa che tutti i costruttori di auto nel mondo invidiano alla Ferrari, la capacità di guadagnare in media per ogni auto venduta 86.000 dollari, una cifra lontana anni luce da ciò che resta nelle casse dei colossi del settore dopo aver consegnato al cliente uno dei loro modelli. Logico, dunque, che anche General Motors guardi con interesse a questo schema industriale e commerciale, sfruttando l'unico marchio premium-luxury che possiede, quello di Cadillac.

Come afferma il sito specializzato GmAuthority, 'vicino' alla Casa di Detroit, una delle ipotesi allo studio è una variante della recente Chevrolet Corvette C8 a motore centrale rivista nell'estetica, nella meccanica e nella qualità complessiva per poter posizionare questo modello in una fascia più alta del segmento sport e competere, oltre che con la Ferrari, anche con le varie Porsche, McLaren e Maserati. Proprio GmAuthority ha provato ad immaginare con un suo rendering quello che potrebbe essere l'aspetto di questa auto di cui - va ribadito - non esiste al momento nessun prototipo, ma solo l'opportunità di sfruttare un progetto sviluppato con successo all'interno di General Motors per far crescere il posizionamento della Corvette e, in generale, delle sportive del Gruppo. Da anni il brand 'top' di GM è attivo nella parte alta (e performante) del mercato luxury, non solo con le varie edizioni sportive dei modelli di serie ma anche con interessanti concept - come la berlinetta a motore centrale Cien del 2002, diventata anche protagonista del videogioco GT4, o la Converj del 2009 - e soprattutto di una intensa attività nelle competizioni delle serie IMSA e LeMans, con l'ultima DPi-VR che non ha nulla da invidiare alle migliori vetture sport da pista costruite in Europa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie