Gil Gur Arie capo Global Data, Insights e Analytics di Ford

Proviene da intelligence Israele. Lisa Drake COO per Nordamerica

Redazione ANSA ROMA

Ford Motor Company ha annunciato una serie di nomine nello staff dirigenziale e nella organizzazione globale, per accelerare il suo programma Creating Tomorrow Together. Spicca l'arrivo nel Gruppo dell'Ovale Blu di Gil Gur Arie (44 anni) ex colonnello dei servizi segreti israeliani, che è stato nominato chief Global Data, Insights e Analytics Officer di Ford Motor Company. Laureato in scienze al Technion - Israel Institute of Technology e titolare a un master in Business Administration ottenuto alla Tel Aviv University, Gur Gurie ha fatto parte dal 1998 al 2018 dell'Unit 8200 - Israeli Intelligence Corps. Gur Arie, si legge nella nota dell'azienda, ''porta a Ford una vasta e unica esperienza nei big data e nell'intelligenza artificiale, tecnologia dell'informazione, aspetti dell'era umana dell'era digitale e analisi su larga scala multidominio.

In questa posizione guiderà il team Ford attraverso la rivoluzione digitale e svilupperà la strategia di big data e intelligenza artificiale di Ford nei prossimi anni. Gur Arie trarrà vantaggio dalle fonti di dati dell'azienda e farà avanzare i talenti dell'analisi per trovare soluzioni e guidare un migliore processo decisionale in tutta l'azienda''. Lisa Drake, 47 anni, è stata invece nominata Chief Operating Officer per il Nord America. Entrata in Ford nel 1994 dopo una laurea un ingegneria meccanica alla Carnegie Mellon University e un master in Business Administration alla University of Michigan di Ann Arbor, la Drake era fino alla nuova nomina vice president, Global Powertrain and Purchasing Operations. Nel nuovo ruolo - appena creato - focalizzerà maggiormente l'attenzione sul lancio dei prodotti, sulla riduzione dei costi di garanzia e sui miglioramenti dei costi dei materiali. La Drake, si legge nella nota, ''aiuterà a guidare la spinta per riportare il business nordamericano a un margine EBIT del 10%''.

Oltre alle citate nuove posizioni, Ford ha annunciato nell'ambito di questa 'ristruttrazione' della linea di comando la nomina di Kumar Galhotra (54 anni) quale presidente dell'Americas & International Markets Group; di Lyle Watters (54 anni) quale president South America & International Markets Group, riportando a Galhotra; di Burt Jordan (53 anni) vice president Global Purchasing Operations; e la riconferma di Mark Ovenden (55 anni) nel ruolo di presidente International Markets Group. Inoltre Ford ha creato due nuove posizioni: quella di general manager Commercial Vehicles per USA e Canada, attribuita a Ted Cannis, 53 anni. E quella di Stuart Taylor, 48 anni, che è l'executive director della Enterprise Connectivity. ''Ci stiamo muovendo con un rinnovato senso di urgenza - ha commentato il COO di Ford Motor Jim Farley - per migliorare la salute del business e migliorare i nostri lanci di nuovi modelli, modernizzando allo stesso tempo Ford in un modo che supporta i nostri punti di forza. Ciò significa istituire il giusto team di leader globali, semplificando il nostro modo di lavorare, riconoscendo la potenzialità della connettività, dei dati e dell'intelligenza artificiale e trasformando la nostra leadership nei veicoli commerciali in un business dedicato''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie