Women's car of the year, Marta García nominata presidente

Sostituisce la fondatrice Sandy Myhre, ora presidente d'onore

Redazione ANSA ROMA

La spagnola Marta García è stata nominata presidente esecutivo del 'Women's World Car of the Year', ad oggi l'unico premio internazionale votato interamente da giornaliste dell'automotive: sostituisce la fondatrice, Sandy Myhre, che ora assumerà il ruolo di presidente d'onore. Marta García, che si occupa di automobilismo dal 1991, guiderà un team di 41 giurati provenienti da 33 Paesi.

"È una grande sfida per me assumere la presidenza della World Car of the Year Women's World Car of the Year in questo momento.

Le auto - ha dichiarato Marta García - sono parte della nostra società e saranno quelle che ci aiuteranno a recuperare la normalità perduta. In quel momento il ruolo delle donne, con la loro influenza di oltre l'80% nella decisione di acquistare un'auto, avrà più senso che mai".



Il WWCOTY è presente in tutti e cinque i continenti e ha un pubblico complessivo di oltre 250 milioni di lettori. Tra gli obiettivi c'è quello di scegliere ogni anno le migliori auto, tra cui la vincitrice suprema tra quelle che meritano di essere premiate per le loro caratteristiche e innovazioni.

Le giornaliste ogni anno votano anche il premio "Woman of Worth", che riconosce le donne che lavorano nell'industria automobilistica o nello sport, e che hanno dato un contributo significativo al settore prescelto.

La Women's World Car of the Year è stata creata dalla giornalista neozelandese Sandy Myhre nel 2009 per affrontare il fatto che le donne non erano rappresentate nelle giurie automobilistiche internazionali. Otto protagoniste della comunicazione automobilistica hanno fatto parte del team di partenza. Oggi i premi sono una presenza consolidata in tutto il mondo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie