Bmw, partita produzione parallela di Serie 7 ed elettrica i7

Massima flessibilità nella fabbrica di Dingolfing gestita da IA

Redazione ANSA ROMA

Escono oggi dalla linea di fabbricazione a Dingolfing, in Germania, i primi esemplari della nuova Bmw Serie 7 che comprende oltre alle versioni con motori termici altamente efficienti anche la variante i7 completamente elettrica. Questo lancio in contemporanea delle differenti soluzioni di propulsione va nella direzione della strategia Power of Choice che permette ai clienti Bmw di scegliere il motore più adatto alle proprie esigenze e ai propri gusti, nel pieno rispetto degli obiettivi ambientali.
   

"La nuova Bmw Serie 7 - ha commentato Milan Nedeljković, membro del consiglio di amministrazione di Bmw AG con responsabilità per la produzione durante la cerimonia di avvio della linea - è la prima berlina di lusso al mondo a offrire ai clienti la possibilità di scegliere tra tre tipi di propulsione.
    Che sia completamente elettrica, a combustione o, presto, ibrida plug-in, disponiamo di strutture produttive flessibili e delle eccezionali capacità di integrazione necessarie per produrre in modo efficiente una gamma così diversificata di motorizzazioni." Per raggiungere questa importante tappa nella flessibilità produttiva, il Gruppo Bmw ha investito oltre 300 milioni di euro e adeguare così l'impianto di Dingolfing all'arrivo di tutte le varianti della Serie 7. Il più grande stabilimento europeo del Gruppo si sta così trasformando in una iFactory che segue il principio 'Lean. Green. Digital'.
    Nella fabbrica di Dingolfing, che è situata a 90 km da Monaco di Baviera, il Gruppo Bmw sta sperimentando per la prima volta - proprio all'interno dell'ambiente di produzione delle nuove Serie 7 sequenze e manovre automatizzate e gestite dalla intelligenza artificiale (IA) per ottimizzare di conseguenza i processi di assemblaggio e di logistica in uscita.
    "Con le loro tecnologie rivoluzionarie, auto come la Bmw Serie 7 sono catalizzatori di cambiamento, anche nei nostri stabilimenti - ha sottolineato Nedeljković - e comportano innovazioni non solo nel prodotto ma anche nella produzione. La trasformazione di Dingolfing in una iFactory è ben avviata".
    A sua volta Christoph Schröder direttore dello stabilimento ha sottolineato che "l'aspetto 'Lean' si sta realizzando nello stabilimento di Dingolfing in larga misura grazie alla disposizione flessibile delle strutture produttive, strutture che danno la possibilità di passare da un modello all'altro e da un tipo di propulsore all'altro. Ma anche la flessibilità dei volumi per reagire rapidamente a una domanda radicalmente fluttuante e la flessibilità degli ordini per far fronte alle modifiche dell'ultimo minuto che i clienti possono richiedere fino a pochi giorni prima della produzione della loro auto".
    Altro esempio di come la digitalizzazione supporti gli obiettivi di efficienza dello stabilimento di Dingolfing è l'implementazione completa di soluzioni logistiche intelligenti.
    Nella fabbrica vengono utilizzati non solo carrelli elevatori automatizzati, ma anche treni rimorchio autonomi, soluzioni logistiche esterne automatizzate e robot di trasporto intelligenti (STR) che trasportano i pezzi a bordo linea.
    Realizzati da Idealworks, società affiliata de Bmw, gli STR dovrebbero più che raddoppiare il loro numero fino a superare i 200 entro la fine del 2022.
    Nella fabbrica di Dingolfing, che è situata a 90 km da Monaco di Baviera, il Gruppo Bmw sta sperimentando per la prima volta - proprio all'interno dell'ambiente di produzione proprio con le nuove Serie 7 sequenze e manovre automatizzate e gestite dalla intelligenza artificiale ottimizzando di conseguenza i processi di assemblaggio e di logistica in uscita. Per quanto riguarda l'IA, il Gruppo Bmw conferma il suo essere un pioniere con il progetto AIQX (Artificial Intelligence Quality Next), che utilizza sensori e IA per automatizzare i processi di qualità.
    I sistemi di telecamere intelligenti e i sensori incorporati nelle linee di produzione registrano in tempo reale i dati per la valutazione, utilizzando algoritmi e IA. Il feedback viene quindi inviato direttamente ai dipendenti, tramite i loro dispositivi. AIQX può essere utilizzato per determinare le varianti, verificare la completezza e rilevare anomalie verificatesi durante il montaggio. Attualmente è operativo in 40 applicazioni.
    Lo stabilimento di Dingolfing è uno degli oltre 30 siti produttivi del Gruppo di Monaco nel mondo e il più grande in Europa. Ogni giorno, circa 1.600 Bmw Serie 4, Serie 5, Serie 6, Serie 7, Serie 8 e la nuovissima iX completamente elettrica escono dalle linee di produzione del sito 02.40. Nel 2021, la produzione annuale è stata di 245.000 unità. Dingolfing impiega circa 17.000 persone. A Dingolfing non si producono solo automobili, ma anche componenti per veicoli, come parti stampate, telai e sistemi di trasmissione. Nello stabilimento 02.20 si trova il Centro di competenza per la produzione E-Drive del Gruppo, che fornisce agli stabilimenti Bmw in tutto il mondo motori elettrici e batterie ad alta tensione per ibridi plug-in e modelli completamente elettrici. È in costante sviluppo e attualmente impiega oltre 2.300 persone.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie