Dacia nel 2021 sul podio nelle vendite a privati in Europa

Crescita Ue +6,2%, a livello globale +3%. In arrivo nuovo Jogger

Redazione ANSA ROMA

Con 537.095 immatricolazioni nel 2021, nonostante le difficoltà legate alla pandemia e alla carenza di chip, Dacia - marca del Gruppo Renault - ha chiuso l'anno crescendo globalmente del 3%. Un risultato sostenuto dal successo delle nuove generazioni di Sandero (oltre 226.000 unità vendute) e Duster (oltre 186.000 unità) e che è dovuto in particolare ai risultati ottenuti nell'ambito dei clienti privati. In Europa Dacia ha raggiunto una quota di mercato record del 6,2%, un dato che le consente di salire per la prima volta sul podio europeo delle vendite non aziendali.
    Dacia è la terza marca di autovetture per i clienti privati in Francia e Romania e rientra nella Top 5 di altri 9 mercati europei (Italia, Spagna, Portogallo, Belgio, Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e Croazia). In Germania, Dacia si attesta nella Top 10 mentre mantiene la leadership in Marocco. Sandero si è riconfermata il modello più venduto ai clienti privati in Europa come ogni anno dal 2017.
    L'azienda sottolinea come in alcuni Paesi, Sandero è persino l'auto più venduta ai clienti di tutti i canali, per cui si attesta al secondo posto delle autovetture più vendute in Europa in tutte le tipologie di clientela. Duster è il suv più venduto ai clienti privati in Europa dal 2018 con 186.001 unità vendute nel 2021 in tutti i Paesi, e globalmente ha superato i 2 milioni di unità immatricolate dal lancio avvenuto nel 2010.
 Commercializzata dalla scorsa primavera, Spring - con 27.876 unità - è già protagonista del mercato dei veicoli 100% elettrici. Nove mesi dopo il reveal, gli ordini sono già ad oltre 46.000 unità. Progettata per democratizzare l'accesso ai veicoli elettrici per gli spostamenti quotidiani, Spring sta diventando la city car di riferimento su molti mercati, con l'80% dei suoi acquirenti di che, in precedenza, non erano mai stati clienti della Marca.
    Progettata per offrire l'essenziale ai clienti, l'offerta Dacia risulta sempre più attrattiva grazie alle versioni 'all-inclusive' più alte in gamma equipaggiate con tutto ciò che è realmente essenziale per il cliente. Ad esempio il 90% degli acquirenti di Dacia Spring opta per l'allestimento Confort Plus mentre la versione Stepway rappresenta il 70% delle vendite di Sandero ed il 60% dei clienti Duster predilige l'offerta Prestige. Questa propensione per le versioni più equipaggiate è associata ad un tasso di conquista (Gruppo Renault escluso) del 60%. Inoltre il 75% dei clienti Dacia, dovendo cambiare l'auto, sceglie di restare nel Gruppo Renault.
    Questi altissimi tassi di conquista e di fidelizzazione, che sottolineano l'attrattività di Dacia, dovrebbero essere confermati anche nel 2022, grazie all'ampliamento dell'offerta prodotto ed il lancio commerciale, nel primo trimestre, del nuovo Jogger, il crossover 'familiare' che offre fino a sette posti. Jogger - che affiancherà gli altri modelli di successo - è destinato a rispondere alle esigenze di una clientela alla costante ricerca di confort, abitabilità e modularità.
    L'implementazione del piano strategico continuerà nel 2022 con lo sviluppo della Nuova Identità di Marca, sia presso la rete di vendita (a partire dal primo semestre) sia a livello di prodotti (a fine anno). "Dacia è oggi un vero e proprio motore di crescita per il Gruppo Renault - ha sottolineato Denis Le Vot, direttore generale delle marche Dacia e Lada - un successo che è dovuto, soprattutto, alle versioni più alte in gamma di tutti i modelli che riscuotono il consenso unanime dei clienti. L'aumento di volumi e quote di mercato conferma che Dacia sta conquistando un pubblico sempre più vasto. Nel 2022, Dacia apre un nuovo capitolo della sua storia. Lo sviluppo del nostro piano strategico continua concretizzandosi, in particolare, con il lancio commerciale di Jogger e la conclusione del progetto della nuova identità di marca". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie