Cina, boom di esportazioni di moto a Chongqing

Aumento del 52,3% rispetto al 2020

ANSA-XINHUA

La municipalità di Chongqing, nel sud-ovest della Cina, ha registrato un aumento delle esportazioni di moto del 52,3% rispetto al 2020, raggiungendo i 2,39 milioni di unità nei primi sette mesi dell'anno. Lo rivela la Commissione Comunale del Commercio di Chongqing.
    Secondo le statistiche ufficiali, il valore delle esportazioni di moto della città, soprannominata "la capitale delle moto", ha raggiunto gli 8,33 miliardi di yuan (circa 1,29 miliardi di dollari), in crescita del 58,7% su base annua.
    Xu Xincheng, vice direttore della commissione, ha dichiarato che l'amministrazione locale sosterrà le imprese che si occupano di prodotti meccanici ed elettronici come le moto e che desiderano espandere il proprio accesso al mercato internazionale attraverso fiere online, esposizioni tradizionali e il commercio elettronico transfrontaliero.
    Nel 2020 Chongqing, uno dei principali centri di produzione di moto della Cina, ha esportato 3,34 milioni di motocicli per un valore totale di 11 miliardi di yuan. Le moto e le parti prodotte in questa zona sono state esportate in quasi 200 Paesi e regioni. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie