Pets

La valigia del gatto, 5 cose che non possono mancare e i consigli per le vacanze feline

Come preparare il micio al viaggio senza stress

Prendere confidenza con l'automobile e poi mettere il micio nel trasportino, per viaggi felini senza stress foto iStock con un gatto del Bengala in auto © Ansa
  • Redazione ANSA
  • 10 luglio 2022
  • 23:47

Ferie lunghe o weekend, partire con l'amico felino non è molto spesso un'operazione facile. Le 'vacanze feline' non sono per i nostri amici pelosi quasi mai di relax al contrario di quel che vorremmo e questo certamente perchè ai gatti di posti nuovi e compagnia di altre persone non importa essendo di carattere abitudinari e molto legati alla routine nel proprio ambiente. Questo in generale ma ovviamente ci sono eccezioni con mici curiosoni. Ecco alcuni consigli elaborati con la consulenza di Sabrina Giussani, medico veterinario esperto in comportamento animale e presidente senior di S.I.S.C.A (Società Italiana Scienze del Comportamento Animale) per prepararsi alle vacanze affinché siano un momento speciale da trascorrere felici insieme.
Valigia del gatto: le 5 cose che non possono mancare!
1. Occorre portare le ciotole e il cibo a cui il gatto è quotidianamente abituato per evitare qualsiasi tipo di fastidio gastroenterico e dare continuità alla sua routine alimentare, oltre agli eventuali farmaci abituali.
2. Serve la cassetta igienica per i bisogni: ne esistono anche di “portatili” adatte ai viaggi e all’automobile. E’ necessario portare e abbastanza sabbia da utilizzare durante le soste durante il viaggio così da permettere al gatto di “andare in bagno”.
3. Almeno un tiragraffi, ma se dovesse occupare troppo spazio il classico verticale, si può optare per un formato orizzontale come, ad esempio, un tappetino di cocco o di sisal.
4. La sua cuccia preferita e qualche giocattolo tutti gli oggetti a lui più familiari che possono aiutarlo ad ambientarsi in un posto nuovo più facilmente.
5. I feromoni per la serenità del micio da posizionare al momento dell’arrivo all’interno della casa vacanze (nuovo da Feliway il diffusore studiato per una durata settimanale, rilasciano in natura, messaggi di comunicazione chimico-olfattiva che contrassegnano un luogo come sicuro e accogliente, ideale per la prevenzione di stress e disagio legato a situazioni transitorie, ad esempio per un weekend fuori porta o una vacanza estiva).
Per viaggiare ed evitare situazioni di stress sia per l’animale che per chi sta guidando, è indispensabile, nonché obbligatorio, il trasportino, che deve essere abbastanza ampio così che il gatto possa sentirsi comodo durante il trasporto. “Nei giorni precedenti alla partenza è sempre consigliabile tenerlo in casa, aperto con un cuscino all’interno, per far sì che il gatto possa conoscerlo e gradirlo quasi come se fosse una cuccia, e, successivamente, dopo ogni viaggio, lavarlo per eliminare i feromoni di allarme rilasciati dal felino se stressato durante il trasporto” spiega la dottoressa Giussani. “Per prepararlo al viaggio successivo, un ulteriore suggerimento è quello di spruzzare al suo interno i feromoni in formato spray almeno 15 minuti prima dell’ingresso del piccolo felino” conclude.
Una volta giunti a destinazione, per una permanenza serena, è utile allestire la casa vacanze a misura di gatto scegliendo un ambiente unico, ad esempio la camera da letto, nel quale aprire il trasportino all’arrivo, lasciando il giusto tempo all’animale per poter iniziare ad esplorare il resto della casa. A quel punto si potranno poi sistemare in modo adatto anche tutte le altre risorse: la cassetta igienica in bagno, la ciotola del cibo in cucina, la ciotola dell’acqua e il graffiatoio in soggiorno. La collocazione ideale per il diffusore di feromoni è al centro dell’abitazione, ad esempio in soggiorno. Inappetenza per i primi giorni, agitazione e la ricerca di un nascondiglio sicuro sono comportamenti abituali per un micio che non conosce la nuova casa: cercare di mantenere una continuità con la routine di casa – ad esempio gli orari dei pasti e del gioco – lo aiuterà ad ambientarsi meglio. Un soggiorno breve in un luogo non familiare può essere destabilizzante, così come lo sarebbe restare a casa da solo o essere ospite in una casa sconosciuta di altri.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie