ANSAcom

Giuseppe Lavazza, made in Italy è il nostro dna

Vogliamo guidare le imprese che sognano di diventare leggenda

TORINO ANSAcom

"Nel futuro di Lavazza c'è innanzi tutto la passione per il proprio lavoro, il rispetto per i valori che hanno contraddistinto questa straordinaria storia imprenditoriale, l'innovazione, la coerenza con cui si porta avanti un progetto che non è semplicemente un progetto industriale, economico, ma anche un progetto sociale, civile, umano". A dirlo Giuseppe Lavazza, vicepresidente dell'azienda torinese che celebra oggi con l'evento Legend19 un anno della sua Nuvola, il quartier generale nel cuore di Torino.

Per Lavazza importante è anche "il grande rispetto con cui ci affacciamo al mercato dove pensiamo ci sia qualcuno come noi, quindi non solo un consumatore ma un grande esperto di caffè che ci sfida tutti i giorni e a cui noi vogliamo cercare di dare sempre il meglio". Il meglio di un'azienda per cui "essere made in Italy è tutto, è il nostro Dna. Lavazza resterà sempre italiana e continuare a vendere il savoir faire italiano specialmente oggi in cui il caffè è un prodotto globale è ancora più importante e distintivo". Per Lavazza "oltre all'orgoglio per quanto siamo riusciti a costruire sentiamo impellente la necessità di fare sistema e individuare i principi comuni delle realtà di successo. Vogliamo essere - conclude - la testa di quelle imprese che sognano di diventare leggenda, condividendo i fattori che riteniamo caratterizzanti del made in Italy: eccellenza, qualità assoluta e stile, determinazione a diventare un punto di riferimento nel mondo".

In collaborazione con:
Lavazza

Archiviato in