Shoah: docente, c'è ritorno del razzismo

Canova, raccontare storia a nativi digitali attraverso luoghi

Redazione ANSA CAMPOBASSO

(ANSA) - CAMPOBASSO, 23 GEN - Raccontare la Shoah ai nativi digitali "è un problema complesso, ma affascinante, bisogna dare a questa generazione le conoscenze adeguate anche in modo innovativo". Così Lorenzo Canova, docente di Letteratura e Storia dell'Arte all'Università del Molise, a margine del 'Seminario di ricerca e disseminazione della Memoria' organizzato a Campobasso. Raccontare la Shoah senza cadere nella retorica "è il problema più complesso - dichiara - Bisogna farlo con molto rigore nell'informazione, dosando l'aspetto emozionale, cercando di dare le conoscenze giuste anche attraverso la conoscenza dei luoghi". Sul rischio di una 'Shoah 2.0' nel mondo Canova commenta: "Il ventre della bestia è sempre fecondo, nel senso che questo pericolo esiste, purtroppo c'è un pericoloso ritorno di razzismo che è stato il primo germe a generare la Shoah. Per evitare questo bisogna usare strumenti culturali, educativi e pedagogici per avere le menti formate, altrimenti il rischio è sempre presente". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA