Rifiuti: finite operazioni recupero 32 ecoballe mar Tirreno

Erano state disperse in mare nel 2015 da motonave Ivy

Redazione ANSA PIOMBINO (LIVORNO)
(ANSA) - PIOMBINO (LIVORNO), 02 DIC - Si sono concluse oggi le operazioni di recupero delle ecoballe disperse in mare nel 2015 dalla motonave Ivy al largo dell'isolotto di Cerboli, nel mare fra l'Elba, Follonica e Piombino (Livorno): sono complessivamente 32 quelle recuperate. Ad annunciarlo oggi è il sindaco di Piombino, Francesco Ferrari. Le operazioni di monitoraggio e bonifica si sono ufficialmente concluse oggi, con la visita del sindaco al Centro operativo avanzato della Protezione civile, allestito alla stazione marittima per coordinare le attività.

"Sono emozionato per la soluzione di un problema che sembrava insormontabile - commenta Ferrari -. Una battaglia che inizia da lontano, con la nostra denuncia di quella che era, a tutti gli effetti, una bomba ecologica ad orologeria. È il successo di un impegno caparbio che abbiamo avuto, fin dal nostro insediamento, nel denunciare il pericolo che questo territorio correva.

Abbiamo più volte ed in varie sedi lanciato il grido d'allarme per questa situazione, in controtendenza col silenzio assordante che c'era stato fino ad allora".

Le operazioni, come spiega lo stesso sindaco, coordinate dal Dipartimento della Protezione civile, hanno visto impegnati Marina militare, Ispira, Cnr, Arpat, Regione Toscana, Capitaneria di porto di Piombino, Arpa Sicilia, Autorità di sistema portuale e piloti e ormeggiatori della città. "Oggi ringraziamo tutti i soggetti che, a vario titolo, hanno contributo al successo di questa operazione - continua Ferrari -. Una macchina perfetta, sincronica, tra i vari protagonisti, guidati da una sinergia di intenti, ha portato ad un monitoraggio puntuale che ha scandagliato oltre 150 chilometri quadrati di fondale, più dell'estensione della città di Firenze.

Le ecoballe recuperate sono un numero importante che va oltre le previsioni più rosee. Il tutto, portato a compimento nella totale sicurezza e senza il minimo disagio per i traffici in superficie né per il sistema economico del territorio". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie