/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Donazione organi, l'Asl Napoli 3 Sud è in prima linea

Donazione organi, l'Asl Napoli 3 Sud è in prima linea

Pompei: al convegno sul tema hanno partecipato seicento persone

POMPEI, 01 marzo 2024, 16:17

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Asl Napoli 3 Sud in prima linea per ciò che concerne la donazione di organi: è quanto emerso nel corso di "Un donatore moltiplica la vita", l'iniziativa svoltasi a Pompei, presso il teatro Di Costanzo-Mattiello.
    Obiettivo della rassegna ribadire l'importanza della donazione di organi, tessuti e sangue. Al convegno sono intervenuti medici specialisti, rappresentanti istituzionali, del mondo religioso, esperti, testimonial sia donatori, sia riceventi. Promossa dall'area comunicazione della rete trapiantologica ed emotrasfusionale della Regione Campania diretta da Maria Rosaria Focaccio, dalla direzione generale per la tutela della salute e il coordinamento regionale trapianto, la manifestazione ha visto la partecipazione di oltre seicento persone, molte delle quali studenti delle scuole del territorio.
    Da ciò che è emerso, un donatore può salvare otto vite donando sette organi (cornea, polmoni, cuore, intestino, fegato, i reni) ed il sangue. Ma la questione centrale resta l'alto numero di opposizione circa l'opposizione dei familiari del potenziale donatore, quando non risulta nei documenti del paziente al ricovero o nel registro dei donatori l'espressione di volontà alla donazione.
    Nel corso del proprio intervento, Maria José Sucre, direttore anestesia, rianimazione e terapia del dolore e coordinatore aziendale per la donazione e prelievo di organi in rappresentanza della Napoli 3 Sud, ha spiegato come "il percorso del donatore è ben codificato nell'azienda sulle base delle normative nazionali. Gli operatori sanitari ed amministrativi aziendali hanno dato il sì alla donazione in gran numero con l'obiettivo di costruire una rete del dono".
    Attraverso la legge 158/2004 "Una scelta in Comune", tutti i cittadini maggiorenni possono esprimere il consenso alla donazione esercitandola presso gli uffici anagrafe al momento del rilascio e del rinnovo della carta identità elettronica. Con il proprio intervento il direttore generale dell'Asl Giuseppe Russo ha rivolto un ringraziamento agli operatori sanitari di tutte le discipline coinvolte nell'attività di donazione e prelievo impegnate nelle tre strutture aziendali dedicate. "Il successo di questa iniziativa - ha detto Russo - è il frutto di un brillante lavoro di squadra. Oltre seicento partecipanti sono segno di una grande professionalità e di tanto sacrificio, ma è solo un dei primi momenti di un percorso di sensibilizzazione alla donazione di organi, tessuti e sangue in tutti i comuni, scuole, fabbriche, realtà associative e chiese".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza