/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Stenosi carotidee, due operazioni su ultra 70enni

Stenosi carotidee, due operazioni su ultra 70enni

In pochi giorni nell'ospedale di Boscotrecase

BOSCOTRECASE, 27 febbraio 2024, 15:16

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un approccio innovativo per il trattamento delle stenosi carotidee, in Campania adottato solo in pochissimi centri di cardiologica interventistica. Tra questi l'unità operativa complessa di cardiologia-utic-emodinamica dell'ospedale di Boscotrecase diretta dal dottor Attilio Varricchio. Si tratta di angioplastica carotidea attraverso l'arteria radiale eseguita due volte nelle ultime settimane: la prima su un uomo di 75 anni di Torre del Greco, l'altra su un 72enne di Castellammare lo scorso 24 febbraio. L'intervento è stato effettuato da Tullio Niglio e Martina Scalise con un intervallo temporale ricovero-procedura-dimissione di soli tre giorni.
    "La stenosi carotidea - spiegano dall'Asl Napoli 3 Sud, azienda sanitaria che si occupa anche del nosocomio di Boscotrecase - è una patologia che comporta un ridotto afflusso di sangue al circolo cerebrale, potenziale causa di ictus (ischemia cerebrale) o Tia (attacco ischemico transitorio). I sintomi tipici riguardano l'alterazione delle funzioni motorie, quelle del linguaggio e della parola, della vista, dell'udito e dell'equilibrio. Secondo i dati del ministero della Salute, l'ictus rappresenta, dopo l'infarto del miocardio, la seconda causa di morte in Italia (il 9-10% di tutti i decessi) e la prima causa di invalidità".
    "La rivascolarizzazione carotidea percutanea o angioplastica carotidea - spiega il primario Varricchio - è una procedura interventistica necessaria quando è presente una significativa malattia aterosclerotica a livello delle arterie carotidi tale da determinare una ostruzione che limita il corretto afflusso di sangue al circolo cerebrale, una metodica efficace di prevenzione dell'ictus cerebrale ischemico".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza