Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

"La sim non funziona", detenuto aggredisce tre agenti

"La sim non funziona", detenuto aggredisce tre agenti

Violenze in carcere del Casertano. Uspp, siamo allo sbando

NAPOLI, 21 febbraio 2024, 09:02

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Ancora violenze in carcere: un detenuto ha aggredito nella casa circondariale di Carinola, nel Casertano, un ispettore e due assistenti della polizia penitenziaria che sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari del 118. Tutto è accaduto perché l'aggressore riteneva i poliziotti responsabili del malfunzionamento della scheda telefonica. "Che fine ha fatto la circolare per i trasferimenti urgente dei detenuti che aggrediscono il personale?'" chiedono il presidente e il segretario regionale dell'Uspp, Giuseppe Moretti e Ciro Auricchio.
    "Siamo allo sbando, - sottolineano - in un carcere che era il fiore all occhiello dell' amministrazione penitenziaria e che è stato distrutto tagliando il personale di 100 unità rispetto alla pianta organica del 2017".
    Per i due sindacalisti "bisogna intervenire subito, come proposto dal nostro sindacato al sottosegretario alla giustizia Del Mastro delle Vedove, eliminando i benefici di legge ai detenuti che si rendono protagonisti di aggressioni al personale di polizia penitenziaria. Giunga la solidarietà del sindacato ai colleghi aggrediti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza