Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La mamma di Giogiò, il 9 ottobre grande manifestazione a Roma

La mamma di Giogiò, il 9 ottobre grande manifestazione a Roma

'Cambiare leggi, ci sia l'ergastolo per i killer minorenni'

NAPOLI, 17 settembre 2023, 16:48

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il 9 ottobre una grande manifestazione a Roma per chiedere che venga approvata la legge 'Giovanbattista Cutolo' che preveda l'ergastolo per i killer minorenni. L'ha annunciata Daniela Di Maggio la mamma del musicista ucciso da un 17enne lo scorso 31 agosto a Napoli, intervistata da Mara Venier a Domenica in.
    "Chi era Giogiò - ha spiegato - lo si è visto dalle 6.000 persone che hanno partecipato al suo funerale. Napoli si è inginocchiata per lui". La donna ha raccontato del rapporto del giovane con gli amici, del suo amore per la musica fin da bambino. "Ora - ha detto la Di Maggio - sono una condottiera, voglio portare avanti la battaglia per avere giustizia. Di fronte alle ingiustizie ci si deve indignare, non ci si può girare dall'altra parte". Basta con i modelli che propongono "pistole, collane d'oro, musica con contenuti di violenza", si esalti la Napoli per bene, la Napoli dell'arte. Quella dell'assassino "è una Napoli brutta, che non ci appartiene con tutte le sue volgarità". Le leggi del 1988 sui minori "sono una sciatteria, una cattiveria". "Mi metterò a Roma con il sacco a pelo - annuncia - finchè non cambieranno le leggi. Il minore di oggi non è quello degli anni '80".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza