Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Terremoto 1980: Piantedosi, l'Irpinia non si arrese

Terremoto 1980: Piantedosi, l'Irpinia non si arrese

'Seppe rialzarsi con ammirevole forza d'animo'

ROMA, 23 novembre 2023, 10:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Il mio commosso ricordo è oggi rivolto alla comunità dell'Irpinia, colpita dal devastante terremoto del 23 novembre 1980". Così il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, in occasione del 43mo anniversario del sisma.
    Tra la Basilicata e la Campania, il 23 novembre 1980 morirono circa tremila persone.
    "Alle famiglie delle vittime, segnate ancora da una ferita indelebile - prosegue il ministro- esprimo la più sincera vicinanza. Va rinnovata la riconoscenza a tutti gli operatori delle Forze dell'ordine, dei Vigili del fuoco e del mondo del volontariato che, fin dalle prime ore, si prodigarono con straordinario impegno per prestare soccorso alla popolazione.
    Una testimonianza perenne di solidarietà e abnegazione". "La mia Irpinia, pur provata dalla sofferenza - sottolinea Piantedosi- non si arrese. Grazie al coraggio e al sacrificio dei suoi cittadini, seppe rialzarsi, dando dimostrazione di quell'ammirevole forza d'animo che la contraddistingue da sempre e che ha permesso di far rinascere un territorio meraviglioso".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza