Basilicata

Banche: Fisac, in Basilicata si va verso desertificazione

Il sindacato, conseguenze di carattere sociale ma di legalità

(ANSA) - POTENZA, 07 OTT - La chiusura di sportelli bancari in Basilicata, che sta interessando diversi centri, sta creando una situazione di "desertificazione che ha tante conseguenze di carattere sociale, ma non solo": lo ha detto, in una nota, il segretario generale della Fisac-Cgil Basilicata, Bruno Lorenzo.
    "La finanza e i servizi finanziari dovrebbero rappresentare un baluardo contro le diseguaglianze e le disparità territoriali cercando di dare una mano alla ripresa delle zone depresse". Nel definire "ormai palese l'abbandono di tante aree della Basilicata" da parte delle banche - anche quelle "pubbliche" - Lorenzo ha sottolineato che gli istituti di credito "fanno raccolta al Sud ed impieghi al Nord più industrializzato e terziarizzato. Lo sportello bancario - poi - ha concluso - è anche un presidio di legalità sul territorio, in assenza del quale chi ha necessità di liquidità è costretto a ricorrere all'usura, attività quasi sempre disponibile su ogni piazza".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        ANSAcom

        L'ad di Epm Raffaele Esposito (ANSA)

        Covid: Epm, ZeroVirus soluzione contro il rischio contagi

        Programma adottato da un anno in due ospedali della Basilicata



        Modifica consenso Cookie