Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Italia 2/a in Europa per produzione di carta, 10% mercato

Italia 2/a in Europa per produzione di carta, 10% mercato

Comieco, dall'Asia metà della produzione mondiale

ROMA, 10 novembre 2023, 15:38

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

A livello globale, il settore cartario si conferma in salute, con una produzione che supera i 423 milioni di tonnellate (+3% dal 2019 al 2021). I poli produttivi principali sono l'Asia, che da sola rappresenta circa la metà della produzione (48%), e l'Europa circa il 26%.
    L'Italia spicca in Europa: al secondo posto dopo la Germania con il 10% della produzione complessiva. Lo rivela Il 1/o Osservatorio Internazionale Maceri, realizzato da Nomisma per Comieco (il consorzio per il riciclo degli imballaggi di carta) e presentato alla fiera Ecomondo a Rimini.
    Su una raccolta globale di quasi 257 milioni di tonnellate di carta e cartone, l'Europa ne raccoglie il 26% e reimpiega il 25% circa. Al contrario l'Asia - Paese in forte espansione - raccoglie oltre il 46%, a fronte di un consumo complessivo del 54%. L'Italia rappresenta il 13% della raccolta complessiva europea e reimpiega per la produzione circa il 12% di macero, in entrambi i casi seconda solo alla Germania.
    Come spiega Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco, "la filiera cartaria italiana ha sempre fatto massiccio ricorso al macero per alimentare i processi produttivi e soddisfare la domanda di imballaggi, cresciuta del 5% negli ultimi tre anni (da 4,7 a 5,3 milioni di tonnellate). Oggi, l'Italia ricicla 12 tonnellate di macero al minuto, confermandosi leader in Europa." Negli ultimi 15 mesi il calo dei consumi in Europa ha portato anche ad una riduzione della domanda di imballaggi. Questa condizione ha portato ad un surplus di macero che ha trovato nei paesi asiatici, in particolare l'India, uno sbocco naturale. Nel biennio 2021/2022 l'export europeo di macero è cresciuto del 12,4%, quello italiano del 9,7% (soprattutto verso l'India) e i primi 5 mesi del 2023 confermano questi trend in aumento.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza